Crocchette di latte rubacuore

Crocchette di latte rubacuore

Quella tra me e le crocchette di latte è una storia d’amore. Un amore grande e senza confini che mi ha fulminata al primo morso. Qualcuno mi dirà, «che sciocca ragazza, innamorarsi di una crocchetta!». Ebbenesì! Quel qualcuno di sicuro non le ha mai assaggiate, ecco cosa dico io! Lo street food siciliano ha qualcosa che ruba il cuore, è questo il suo segreto, la sicilianità. E il fritto, anche il fritto, si.
Nonostante io sia una persona molto curiosa queste crocchette palermitane erano dispettosamente sfuggite al mio radar. Ho appreso della loro rotonda e morbidissima esistenza quasi casualmente ma da quel giorno non riesco più a farne a meno. E neanche mia sorella, che infatti mi chiede sempre di prepararle. Nonostante sia uno dei giudici più impietosi delle mie preparazioni sulle crocchette mi fa sempre i complimenti! Sono soddisfazioni eh!
Immaginate di camminare per le strade di Palermo mentre gustate queste deliziose crocchette. Fa la differenza!
Quando la crosticina si infrange per scoprire quel delicatissimo ripieno così morbido da sciogliersi in bocca è magia. Non ci sono altre parole, bisogna provarle! Sono perfette per un antipasto prelibato e allegro, c’è un’unica fondamentale regola da seguire: fatene tante, vanno a ruba!
Ops, morsetto!
Ingredienti:
  • 500 ml di latte
  • 70 g di burro
  • 130 g di farina 00
  • sale q.b.
  • noce moscata
  • due cucchiai abbondati di parmigiano
  • pangrattato
  • olio di arachide q.b.
Procedimento:
  • Sciogliere il burro in un tegame capiente, unire la farina e creare un roux un po’ sabbioso
  • Unire il latte freddo mescolando velocemente con una frusta in modo da non creare grumi
  • Aggiungere una spolverata di noce moscata, il sale e il parmigiano
  • Portare il composto a bollore mescolando energicamente per tre-quattro minuti. La crema dovrà gonfiarsi e fare le bolle
  • Trasferire il composto su un piatto e coprirlo con la pellicola
  • Quando sarà freddo, con le mani bagnate, formare delle palline
  • Preparare una pastella abbastanza densa con acqua e farina 00
  • Immergere le palline prima nella pastella e poi nel pangrattato
  • Friggerle in abbondante olio di arachide bollente

 

 

1 commento

  1. Dire che sembrano deliziose è dire poco. Penso proprio che proverò le crocchette dispettose, sei stata convincente! 🙂

Cosa ne pensi?