Estonian kringle. Ghirlanda di brioche alla cannella

Estonian kringle. Ghirlanda di brioche alla cannella

Parlando con la mia amica Manu qualche giorno fa abbiamo deciso che quest’anno il Natale non finirà mai. Perchè rinunciare alle lucine per casa, ai dolci speziati, ad una tazza bollente di chai solo perchè tra dieci giorni è primavera? Insomma, che male c’è?!

Quest’anno l’atmosfera del Natale non finirà mai, è stabilito ♥

Dunque mi ritrovo in cucina ad intrecciare una brioche bellissima e profumata che volevo preparare da moltissimo tempo ma che per qualche ragione era finita in qualche remoto angolino della mia mente in attesa di essere portata alla luce. Il kringle estone è una meravigliosa brioche alla cannella dalla forma sontuosa ma non particolarmente difficile da realizzare come sembrerebbe. Profuma di cannella ed è soffice e croccante allo stesso tempo. Come si intuisce dal nome è un dolce che viene dal nord, in antico scandinavo “kringla” significa proprio “anello” o “cerchio”. Tipicamente preparata per il periodo natalizio è un dolce perfetto per merende e colazioni di tutto l’anno, non c’è nulla di speciale o originale tra gli ingredienti di questa preparazione ma è il suo particolarissimo intreccio che ruba il cuore. La sua forma ricorda quella delle ghirlande e io amo le ghirlande di rametti, fiori o foglie che siano, l’anno scorso ho anche provato a farne una con erbette varie raccolte in campagna ed è stata un’esperienza bellissima, rilassante e magica. (mia complice è stata proprio Manu, guardacaso! È stato troppo divertente arrampicarci per raccogliere le pigne, prenderci tutto il freddo di dicembre e poi quasi sbronzarci con uno spritz nel tardo pomeriggio ahahah)

Stavo pensando di organizzare una rubrica di merende dal mondo, o forse è già nata da sola ma dovevo semplicemente notarla e d’ora in poi iniziare ad organizzarla per bene, sfidando la mia fobia delle scadenze e della pianificazione. Mi piace l’idea di creare all’interno del blog una sezione in cui poter viaggiare durante uno dei momenti più dolci della giornata, c’è così tanta bellezza e bontà in questo mondo che stimola continuamente la mia curiosità e creatività, devo lasciarla libera di esplorare!

Insomma, ecco la ricetta del Kringle, la brioche più graziosa che ci sia.

La ricetta originale la trovate qui

Ingredienti

per la brioche

  • 120 ml di latte tiepido
  • 50 g di zucchero
  • un uovo
  • 30 g di burro
  • un pizzico di sale
  • 4 g di lievito di birra disidratato
  • 300 g di farina 00

per la farcitura

  • 50 g di burro morbido
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiaini di cannella

Procedimento

  • sciogliere il lievito nel latte tiepido con un cucchiaino di zucchero e lasciarlo attivare per un quarto d’ora
  • nella ciotola della planetaria versare la farina, il sale, l’uovo, il burro fuso, lo zucchero e la mistura di latte e lievito
  • impastare a velocità media finchè non risulterà liscio e un pò consistente
  • riporre l’impasto in una ciotola lievemente imburrata, comprire con la pellicola e lasciare lievitare per circa due ore o fino al raddoppio in forno spento con luce accesa
  • rovesciare l’impasto lievitato sul piano da lavoro leggermente infarinato e stenderlo col mattarello al uno spessore di circa sei, sette millimetri( io l’ho steso un po’ più sottile e l’intreccio ha più strati ma è leggermente afflosciato lateralmente, perché ha meno consistenza)
  • mescolare insieme il burro, lo zucchero e la cannella fino a formare una crema morbida
  • spalmare la farcitura sulla superficie della brioche
  • arrotolare l’impasto dal lato più lungo fino a formare un rotolo di impasto
  • con un coltello affilato tagliare a metà, nel senso delle lunghezza, avendo cura di lasciare qualche cm dell’impasto unito nella parte iniziale
  • intrecciare il rotolo avendo cura di lasciare a vista l’interno a strati e successivamente unire le estremità per formare un anello
  • posizionare il kringle su una teglia rivestita di carta forno e spellellarlo con un po’ di farcitura avanzata
  • lasciarlo lievitare un’altra mezz’oretta
  • preriscaldare il forno a 200 gradi e trascorsa mezz’ora infornare la brioche per circa 15, 20 minuti finché non sarà di un marroncino intenso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa ne pensi?